Un 30enne moldavo, incensurato e regolarmente residente a Terni con un permesso di soggiorno di lunga durata, è stato arrestato dagli agenti della squadra Volante di Terni. All’incrocio tra via Narni e via Maestri del Lavoro, agitando un grosso bastone, stava creando situazioni di pericolo al traffico costringendo le auto a frenare o a sterzare bruscamente. Alla vista degli agenti l’uomo si è scagliato contro di loro, insultandoli e danneggiando la vettura di servizio. A fatica, sono riusciti a farlo salire a bordo ma, anche in auto, l’uomo ha continuato con il suo atteggiamento aggressivo, dando perfino delle testate contro le portiere. A quel punto i poliziotti hanno utilizzato un nuovo strumento di dissuasione e autodifesa in dotazione alla Polizia ternana dal 6 febbraio scorso. Su disposizione del Pubblico Ministero Marco Stramaglia, l’uomo è stato arrestato per porto di oggetti atti ad offendere, violenza e minaccia contro gli automobilisti, resistenza e lesioni nei confronti degli agenti e danneggiamento dell’auto della Polizia. Posto ai domiciliari, in attesa della direttissima fissata per oggi, il moldavo non era in casa al controllo di ieri sera della Squadra Volante, ma ad Arrone, a casa di parenti, dove è stato arrestato per evasione e sempre su disposizione del Pubblico Ministero rinchiuso nelle celle di sicurezza della questura.