E’ di un arresto, una denuncia e due segnalazioni il bilancio di una capillare azione di controllo svolta dalla Polizia di Terni davanti alla scuola nel cui piazzale, nei giorni scorsi, un bambino si era punto con una siringa. Il questore di Terni, come concordato con il Prefetto, aveva disposto un’intensificazione dei servizi di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri pomeriggio, nel corso di uno di questi servizi, gli investigatori della sezione antidroga hanno notato un ragazzo seduto su una panchina, che veniva raggiunto da due ragazzini a bordo dei loro motorini. Dopo un rapido scambio, questi ultimi sono ripartiti, ma sono stati fermati e portati in questura: entrambi minorenni, sono stati trovati in possesso di 10 grammi di marijuana, che hanno ammesso di aver acquistato dal ragazzo della panchina. Sono quindi stati segnalati alla prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti.

Poco dopo, un’auto con a bordo due ragazzi si e’ avvicinata di nuovo al ragazzo seduto sulla panchina – il durante l’uscita da scuola dei bambini – per un nuovo scambio. Anche in questo caso i due ragazzi sono stati accompagnati in questura dove uno di loro ha cercato di disfarsi di un involucro, che e’ stato subito recuperato: all’interno sono stati trovate nove confezioni di marijuana per un totale di 10 grammi. Il ragazzo, un ternano prossimo alla maggiore eta’, e’ stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio, mentre l’altro e’ risultato estraneo ai fatti.

A questo punto, i controlli si sono concentrati sul ragazzo seduto sulla panchina: indosso gli sono stati trovati tre involucri di marijuana e 180 euro, mentre in casa ancora 10 grammi tra hashish e marijuana e tutto l’occorrente per confezionare le dosi. Il ragazzo, 20 anni, ternano, disoccupato, e’ stato arrestato per spaccio.