Un ingente sequestro preventivo di beni è stato operato dai finanzieri della tenenza di Gubbio nei confronti di un’azienda locale del commercio dei bancali in legno (i cosiddetti “pallet”), la quale – stando alle indagini della Gdf – avrebbe messo in piedi quello che viene definito “un vorticoso giro” di fatture false (emesse da cinque aziende ‘cartiere’), stimato in oltre quattro milioni di euro.

In esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip di Perugia, le fiamme gialle hanno posto sotto sequestro preventivo “per equivalente” undici immobili, due terreni agricoli, quattro polizze vita, quattro autoveicoli e diverse quote societarie, per un valore complessivo di oltre due milioni di euro. La Gdf ritiene di aver smantellato una maxi-frode fiscale: sarebbe stata evasa Iva per oltre un milione di euro dall’azienda di Gubbio.