La ragazza è ricoverata nel reparto Malattie Infettive in condizioni non critiche

Terni, 23 febbraio 2017 – Alle ore 3 di questa mattina (23 febbraio) il servizio 118 ha trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Terni una ragazza di 23 anni, di Terni, con una sospetta meningite. “Dopo la prima diagnosi clinica – spiega Giorgio Parisi, direttore del Pronto Soccorso di Terni – dato il fortissimo sospetto di meningite, è stata attivata una procedura di accertamenti tempestivi ben collaudata che, attraverso l’esame del liquor e test molto rapidi che la nostra struttura  è in grado di eseguire in questi casi, ha immediatamente confermato la diagnosi di meningite batterica da meningococco di tipo C”, la forma più grave di meningite che si trasmette esclusivamente per contatto diretto con persone infette (goccioline nasali  faringee). Subito sottoposta a terapia antibiotica, la ragazza è ora ricoverata nel reparto di Malattie infettive diretto dalla professoressa Daniela Francisci. Le sue condizioni non sono critiche. La direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni ha attivato immediatamente la USL Umbria 2 per l’avvio della procedura di sorveglianza sanitaria e di profilassi su familiari, conviventi e altri contatti stretti della giovane ed ha provveduto ad eseguire la profilassi sugli operatori del servizio 118 e su tutto il personale medico e infermieristico ospedaliero che è entrato in contatto diretto con la paziente.

In relazione al caso della giovane studentessa colpita da meningite meningococcica e ricoverata ieri sera all’Ospedale Santa Maria di Terni, il Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’UslUmbria 2 comunica che la segnalazione è arrivata questa mattina. “La profilassi è stata avviata immediatamente – ha spiegato la dottoressa Maria Laura Proietti – e riguarda tutti i contatti”. Entro 24 ore dal ricovero in ospedale e non appena ricevuta la segnalazione i medici del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Azienda Usl Umbria 2, come previsto dal protocollo internazionale, hanno raggiunto immediatamente tutti coloro che hanno avuto contatti diretti con la ragazza.