Erano circa le 13.45, di venerdi 17 febbraio, quando sono giunte alla sala operativa della Questura più richieste di intervento per uno straniero che, nei pressi della Stazione di Fontivegge, con un bastone si accaniva contro i vetri di due auto parcheggiate e una cabina telefonica. All’arrivo sul posto, i poliziotti individuavano il soggetto, già noto per la sua indole violenta; si trattava di un ivoriano 21enne. Il giovane alla vista degli agenti si è scagliato contro una cabina telefonica che veniva distrutta. Sul posto sono dovuti arrivare altri equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine nella speranza che alla vista degli agenti lo straniero si calmasse. Invece l’ivoriano ha tentato di aggredire con il bastone acuni poliziotti. Un agente, con l’aiuto dei colleghi e grazie anche all’uso del nuovo dispositivo di dissuasione in dotazione, all’oleoresin capsicum, a fatica, lo immobilizzava; nella operazione rimaveva lievemente contuso. Neppure le manette sono state sufficienti a ricondurre lo straniero alla calma: veniva comunque condotto in Questura. Tratto in arresto per minacce gravi, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e porto di oggetti atti ad offendere. Sarà processato con il rito direttissimo.