In seguito ad una segnalazione di danneggiamento e di atti vandalici commessi negli ultimi giorni all’interno di un parcheggio coperto del centro, la Squadra Volante intervenuta, aveva accertato la presenza di tre giovani ternani che vi bivaccavano tra sporcizia e feci umane e dove erano presenti anche due biciclette di evidente valore: una mountain bike nuova ed una bicicletta elettrica, entrambe aperte e non assicurate da catene, delle quali i tre giovani disconoscevano la proprietà. Le biciclette venivano trasportate in Questura, dove venivano eseuiti tutti gli accertamenti finalizzati a verificare se ne fosse stato denunciato il furto, e cosi si è arrivati all’individuazione del proprietario della mountain bike, un 50enne ternano che poco prima aveva sporto denuncia di furto proprio in Questura. Con la collaborazione di un venditore di biciclette elettriche cittadino la Polizia è risalita alla proprietaria della bicicletta elettrica. Dalla ricostruzione degli eventi si è potuto accertare che la mountain bike, dal valore di 400 euro, era stata parcheggiata dal proprietario quella stessa mattina nei pressi di Piazza Tacito, mentre la signora quella stessa mattina aveva posteggiato la sua bici elettrica nelle vicinanze del parcheggio dove era stata rinvenuta dalla Polizia. Le indagini hanno consentito di individuare in uno dei tre giovani che erano stati identificati all’interno del parcheggio il responsabile dei furti; il ragazzo è stato denunciato per il reato di furto pluriaggravato e le biciclette sono state restituite ai legittimi proprietari.