Fermati dalla Polizia Stradale di Todi – Sanzionati dipendente e possessore -

Alle ore 18.30 circa di lunedì, 13 febbraio 2017, nel corso dei potenziati servizi di vigilanza stradale, una pattuglia della Distaccamento Polizia Stradale di Todi, presso un’area di servizio della SS3Bis-E/45, accertava che un dipendente della stessa, su richiesta del titolare, stava procedendo al riempimento di quattro bombole gas per uso domestico, di vario volume, presenti nell’autovettura di quest’ultimo – nel bagagliaio e tra i sedili posteriori –, prelevando il gas combustibile GPL direttamente dall’impianto di distribuzione destinato all’autotrazione. Ciò, utilizzando nella circostanza un adattatore artigianale, in violazione alle rigorose norme di sicurezza per scongiurare, proprio, quelle potenziali gravissime conseguenze per l’incolumità propria e delle persone che si possono trovare presenti nelle circostanza. Il dipendente rifornitore, al quale è stato contestato l’art. 18, comma 5 [ ……” Chiunque riempie bombole utilizzando le apparecchiature installate presso gli impianti stradali di distribuzione di GPL per uso autotrazione, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da cinquemila euro a diecimila euro ………… ]  dovrà, pertanto, pagare alla Regione Umbria, competente in materia, una sanzione amministrativa in misura ridotta di Euro 3333.00, mentre il possessore delle bombole, che sono state sottoposte a sequestro amministrativo, dovrà versarne, sempre in misura ridotta, Euro 1333.33, per averne autorizzato, quale utente, il riempimento [art. 18, comma 6 D.Lgs. 128/2006 - sanzione amministrativa pecuniaria da duemila euro a quattromila euro].