“Convocazione urgente, in Commissione Regionale, del direttore dell’Arpa e dei tecnici che si sono occupati dei rilievi all’Ast di Terni per capire la situazione e le eventuali azioni da mettere in campo per arginare il problema”. E’ quanto chiede il capogruppo della Lega Nord Umbria, Emanuele Fiorini, in seguito ai recenti fatti che hanno riguardato l’Ast e gli sforamenti dei limiti massimi consentiti rispetto a quanto previsto nell’AIA. “E’ un fatto grave – commenta Fiorini – così come è grave l’atteggiamento della Regione Umbria, la quale, nella determinazione di diffida, avendo ritenuto lo sforamento lieve, ha dichiarato che non c’era pericolo per l’ambiente e la salute pubblica”. Dicendosi “esterrefatto” dal comportamento della Giunta su una tematica così importante, considerando anche la situazione ambientale ternana, il rappresentante della Lega Nord rileva come i consiglieri regionali non siano stati messi al corrente dell’esito dei controlli, così come del parere espresso. “Sappiamo benissimo conclude Fiorini – che queste manovre avvengono sempre alle nostre spalle, forse per nascondere qualcosa, ma alla fine il marcio viene sempre a galla”.