In riferimento all’indagine di Noe e Arpa che ha portato alla scoperta di rifiuti speciali pericolosi che sarebbero stati smaltiti dall’Ast in modo irregolare, si è tenuto oggi un incontro fra Rls, Rls di Sito e direzione Aziendale. L’azienda, riferiscono i rappresentanti dei lavoratori, ha presentato i dati, dai quali si rileva effettivamente lo sforamento di alcuni valori per i quali è in corso la preparazione di una relazione tecnica da fornire agli organi preposti. Rls e Rls di Sito hanno imputato all’Acciai Speciali Terni una scarsa trasparenza di informazione, visto che l’ispezione e’ iniziata a giugno e terminata ad ottobre 2016 ed il provvedimento di diffida da parte dell’Arpa notificato allo stabilimento di viale Brin da giorni. In attesa degli sviluppi della vicenda, spiegano Rls e Rls di Sito, è stato definito che in tutte le riunioni di sicurezza periodiche l’azienda dovrà fornire, oltre alle consuete relazioni, tutte le informazioni rispetto ad ispezioni e relativi risultati, i quali dovranno essere messi a conoscenza della Commissione Sicurezza e di tutti i lavoratori.