Nuova scossa di terremoto nelle zone del centro Italia. L’evento, di magnitudo 3.8, e’ stato registrato dai sismografi delll’INGV, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, alle 10,35 di questa mattina, al confine tra Lazio e Umbria, con epicentro a 4 chilometri da Accumoli, in provincia di Rieti. La scossa, che si e’ propagata ad una profondita’ di 10 chilometri, e’ stata avvertita distintamente in tutti i comuni del cratere del sisma.

Dal 18 gennaio scorso, la sequenza è molto attiva tra le province dell’Aquila (Montereale, Pizzoli, Capitignano, Campotosto, Cagnano Amiterno) e Rieti (Amatrice). In questa zona, l’INGV ha localizzato – ad oggi – quasi 600 eventi sismici di magnitudo maggiore o uguale di 2, circa 70 i terremoti di magnitudo compresa tra 3 e 4 gradi, 7 eventi di magnitudo compresa tra 4 e 5 e i 4 di magnitudo maggiore o uguale a 5.