Una macedone di 20 anni, ricercata in ambito internazionale, è stata arrestata dalla Squadra Mobile della Questura di Terni che ha anche provveduto a denunciare un 28enne ternano. Durante una perquisizione nell’abitazione di quest’ultimo sono stati trovati in casa due fratelli macedoni: l’uomo, di 27 anni, noto per precedenti specifici e la sorella, di 20 anni, convivente del 28enne. Durante la perquisizione gli agenti hanno rinvenuto, nella camera da letto della coppia, marijuana per un peso complessivo di poco superiore ai 100 grammi, bilancini di precisione, forbici e due macina erba, sostanza ed oggetti di cui il giovane ternano ha dichiarato l’esclusivo possesso. Da un controllo più approfondito è poi emerso che la ragazza era oggetto di ricerche in ambito internazionale perché colpita da mandato di arresto macedone in quanto ritenuta responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti. Per questo è stata arrestata ed associata alla Casa Circondariale di Perugia a disposizione della Corte d’Appello, mentre per il giovane ternano è scattata la denuncia per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.