Sono stati 1.352 gli incidenti rilevati, nel 2016, dalla Polizia Stradale dell’Umbria. Un aumento dell’8%, rispetto al dato dell’anno precedente. Diminuiscono, però, quelli mortali, nove (due in meno rispetto al 2015), ed anche il numero delle vittime, 12 (una in meno), e dei feriti, 496 (- 27). Questi numeri emergono dal bilancio di fine anno della Polstrada, che in Umbria, nel 2016, ha utilizzato 11.258 pattuglie che hanno accertato 37.381 infrazioni al codice della strada, ritirato 684 patenti e 436 carte di circolazione, decurtando – complessivamente – 36.664 punti dalle patenti degli automobilisti indisciplinati. 13.908 i conducenti sottoposti a controlli con etilometri e precursori, 263 dei quali trovati alla guida in stato di ebbrezza alcolica (-1.8%), mentre quelli denunciati perche’ sotto l’effetto di stupefacenti sono stati 67 (-0.5%). Sette, infine, le infrazioni accertate dalla Polstrada umbra per guida con tasso alcolemico da 0,1 a 0,5 grammi/litro, in seguito all’introduzione del divieto assoluto di bere per talune categorie di conducenti, ovvero minori di 21 anni, neopatentati e trasportatori professionali di persone e cose.