Ha provocato alcuni danni a vari edifici, tra cui il crollo parziale di un tetto nella frazione spoletina di Azzano e la caduta di alcuni comignoli, la scossa di terremoto, di magnitudo 4.1, registrata alle 4,36 della scorsa nord nella zona a nord di Spoleto, con epicentro nei pressi di Campello sul Clitunno.

Non ci sono segnalazioni di persone ferite. I vigili del fuoco hanno immediatamente dato il via alle verifiche dei danni e all’abbattimento, delle parti pericolanti.

Complessivamente, sono state 8, la più forte quella delle 4,36, le scosse di terremoto registrate, dalla mezzanotte, nelle aree del Centro Italia, già interessate dal terremoto del 24 agosto e del 30 ottobre scorsi.