La Sezione ternana della Polizia Postale ha arrestato un campano di 55 anni, senza fissa dimora, per aver tentato di aprire un libretto postale ed incassare un assegno bancario, risultato poi provento di furto, utilizzando documenti di identità falsi. L’uomo, condotto presso la casa circondariale di Vocabolo Sabbione, era già stato più volte denunciato ed arrestato per fatti analoghi in varie città dell’Umbria e del Lazio.

Denunciata, invece, una 55enne ternana per aver tentato di incassare un vaglia postale poi risultato falso in quanto già incassato dal reale beneficiario. Entrambe le operazioni rientrano nel corso dei servizi di prevenzione e repressione dei reati, potenziati per l’avvicinarsi delle festività.