Aumenta, in Provincia di Terni, il numero delle truffe messe in atto, soprattutto, nei confronti di persone anziane. A dirlo sono i dati diffusi dalla Questura di Terni che parlano di una recrudescenza del 25% nei primi otto mesi dell’anno, mentre l’aumento medio nazionale si attesta a poco meno del 20. Stando ai dati elaborati dal ministero dell’Interno, infatti, in un anno, gli episodi ai danni degli ultra65enni sono saliti, su tutto il territorio provinciale, da 32 a 40. La polizia ricorda che la maggior parte delle truffe agli anziani avviene tra le mura domestiche e che i truffatori si presentano curati e ben vestiti, con modi gentili e disponibili, spesso spacciandosi per forze dell’ordine o tecnici del gas. L’invito rivolto alle potenziali vittime è di avere prudenza prima di far entrare in casa uno sconosciuto e di chiamare eventualmente il 113.