Ieri mattina, intorno alle ore 11, la segnalazione di un cittadino abitante in viale Trento che aveva avvertito dei rumori sul pianerottolo vedendo due donne avvicinarsi alle porte degli appartamenti, ha fatto scattare l’immediato intervento delle pattuglie del 113. Gli agenti hanno fermato le due, una 16enne e dunque minorenne, l’altra, maggiorenne, in stato di gravidanza. Entrambe di etnia rom, provenivano da un campo nomadi di Roma.

La segnalazione era precisa, infatti, dai controlli è emerso che le due donne erano in possesso di un cacciavite e di una chiave inglese con le quali stavano tentando di scassinare la porta dell’appartamento della persona che aveva chiamato il 113. La maggiorenne, era  stata arrestata e denunciata già 13 volte per furto in abitazione in varie città d’Italia, ma anche la minorenne è risultata gravata dagli stessi precedenti. Non è stato però possibile procedere ad un nuovo arresto della maggiorenne proprio perché si trovava in stato di gravidanza. Entrambe sono comunque state denunciate all’Autorità Giudiziaria e gli arnesi da scasso sono stati sequestrati.