Il Prefetto di Terni Angela Pagliuca e l’Amministratore delegato dell’Ast Massimiliano Burelli, hanno sottoscritto questa mattina, un protocollo d’intesa per rendere ancora piu’ incisiva la tutela della sicurezza, ma anche prevenire e reprimere ogni possibile infiltrazione della criminalita’ organizzata e comune nel mondo dell’impresa e nel mercato del lavoro. Alla cerimonia della firma ha presenziato anche il Sottosegretario all’Interno, Gianpiero Bocci.

L’intesa, come detto, e’ finalizzata all’attuazione di politiche di contrasto all’illegalita’ nei diversi ambiti della lotta alla criminalita’ organizzata, della prevenzione dei fenomeni corruttivi e del rispetto delle regole della concorrenza e del mercato. La collaborazione impegna Prefettura e Ast nell’organizzazione di diverse iniziative sui temi della trasparenza, dell’integrita’, della lotta alla corruzione, del rispetto delle regole della concorrenza e del mercato e della sicurezza sul lavoro.

Nel suo intervento il Prefetto di Terni ha sottolineato come “un contesto di legalita’ e sicurezza sia il presupposto essenziale per garantire i principi della liberta’ d’impresa e contribuire ad un sano sviluppo del mercato”, mentre per l’Ad di Ast Burelli, “la firma di questo protocollo rappresenta un passo importante lungo un cammino di trasparenza e impegno

sociale per l’azienda”. “La corruzione – ha aggiunto – rappresenta una piaga sociale che mina l’economia, la liberta’ dei lavoratori e delle imprese. L’obiettivo è dunque quello di contrastarla determinazione, a partire dalla promozione di comportamenti basati sulla correttezza e la responsabilita’. Il Sottosegretario all’Interno Gianpiero Bocci, ha ricordato come l’Ast rappresenti la piu’ importante realta’ industriale dell’Umbria. “E’ davvero significativo – ha proseguito – che si impegni nella prevenzione della corruzione, perche’ senza legalita’ non c’e’ crescita. Il documento odierno – ha concluso l’On. Bocci – e’ solo l’inizio per una nuova fase di fattiva collaborazione con il mondo imprenditoriale del territorio”.