Sono oltre 6.200 gli eventi sismici che si sono succeduti – dal 24 agosto ad oggi – dopo la violenta scossa di magnitudo 6.0 che ha sconvolto diverse zone del centro Italia. La Rete sismica nazionale dell’INGV, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, ne ha rilevati 168 di magnitudo compresa tra 3.0 e 4.0; 15 tra 4.0 e 5.0; uno maggiore a 5.0, quello di magnitudo 5.4 nella zona di Norcia. Dalle 11 di ieri, sono stati registrati quattro terremoti di magnitudo maggiore o uguale di 3.0, il piu’ forte di magnitudo 3.4 alle 7,08 di questa mattina tra le province di Ascoli Piceno e Perugia.