Due minorenni di 16 e 17 anni, un italiano ed un rumeno, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Perugia per aver rubato un computer portatile all’interno dell’Istituto Comprensivo Oberdan di Borgo Bovio. Il fatto si è verificavo nei primi giorni di agosto e dopo la denuncia della preside, accortasi del furto alla riapertura della scuola, gli agenti della Squadra Volante hanno svolto le indagini che hanno permesso di recuperare il computer nascosto in una casa in ristrutturazione. Sono stati individuati anche i due giovani autori, denunciati per furto pluriaggravato, poiché si sono introdotti nella scuola forzando la porta d’ingresso.

Nel corso dell’attività di prevenzione un equipaggio della Squadra Volante ha rintracciato all’incrocio semaforico tra viale Prati e via Aleardi due romeni di 53 e 25 anni, che chiedevano l’elemosina fra le auto in transito, creando pericolo per se stessi e per la circolazione. Dal controllo dei due è emerso che provenivano da un campo nomadi di Roma ed avevano precedenti penali per reati contro il patrimonio, oltre ad essere stati allontanamenti varie volte dal territorio nazionale. Sono stati accompagnati in Questura e nei loro confronti è stato emesso il divieto di ritorno nel Comune di Terni per tre anni.

Rintracciato anche un tunisino di 41 anni inottemperante all’Ordine del Questore di Terni di lasciare il territorio nazionale entro il 10 agosto scorso. L’uomo, gravato da precedenti per stupefacenti, è stato accompagnato in Questura e dopo essere stato denunciato è stato nuovamente espulso dal territorio nazionale a cura dell’Ufficio Immigrazione.