Sono stati ritrovati nella notte ad Amatrice i corpi, purtroppo senza vita, di Barbara Marinelli e Matteo Gianlorenzi, la coppia di coniugi di Orvieto dispersa sotto le macerie dell’hotel Roma. A comunicarlo è la Protezione civile comunale di Orvieto. “Abbiamo sperato sino all’ultimo – si legge in una nota – di poter avere la notizia del ritrovamento di Matteo e Barbara in vita. Abbiamo seguito ora dopo ora le fasi della ricerca. La città ha vissuto ogni momento dell’attesa a fianco delle famiglie. Non possiamo che stringerci intorno a loro con un abbraccio. Il sindaco Giuseppe Germani e l’intera amministrazione comunale – conclude la nota – nell’esprimere il cordoglio dichiareranno il lutto cittadino”. Ieri, sempre ad Amatrice, era stato trovato il corpo della 59enne Floriana Svizzeretto, narnese ma residente a Roma. La presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini ha voluto “trasmettere ai genitori e ai familiari di Barbara e Matteo il sentimento di cordoglio mio personale e dell’intera comunità umbra, la vicinanza e l’affetto di tutti i cittadini dell’Umbria per questa tragedia che ha colpito il nostro Paese coinvolgendo anche le vostre famiglie. Un sentimento di cordoglio – ha proseguito la presidente – che voglio estendere anche ai familiari di Marco Santarelli, anche lui morto sotto le macerie ad Amatrice e sepolto a Castel Rigone e delle altre vittime legate alla nostra terra, i coniugi Adriano e Artemia Sargeni, la figlia Gabriella e il marito Mauro Marincioni, che hanno parenti a Todi e a Narni, di Floriana Svizzeretto, di origini narnesi”.

Intanto proseguono le iniziative di solidarietà a favore delle popolazioni colpite dal terremoto. La Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” effettua nella propria sede nazionale di Terni, in via XX Settembre, un punto di raccolta. Necessitano vestiti invernali, coperte, farmaci generici, acqua e cibi a lunga conservazione, prodotti per l’igiene personale, scarpe per bambini (dal n. 0 al n. 34), materiale didattico, torce e pile, giochi e giocattoli per bambini, crocchette per cani e gatti. Eventuali versamenti in denaro andranno versati sul C/C della Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” con causale “Terremoto centro Italia”. Come da accordi con la Protezione civile, con la quale la Fondazione sarà in costante contatto, si attenderà l’ok della Protezione Civile per l’invio del materiale.

Presso la sede della Croce Verde di Lugnano in Teverina, oltre alla raccolta delle offerte in denaro, verranno date indicazioni a comunque volesse donare generi di prima necessità. La sede rimarrà aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 17 alle 19 mentre il sabato dalle 9 alle 12. Per chi non può recarsi presso la Croce Verde resta attiva la possibilità di effettuare donazioni di denaro sul conto corrente attivato dalla Regione Umbria a cui la Protezione Civile attingerà per specifiche azioni da mettere in campo.

Gli organizzatori della 5^ edizione del “Tributo Endrigo – Città di Terni” hanno deciso di destinare in beneficenza il ricavato della serata-tributo prevista per sabato 3 settembre che vedrà protagonista Morgan. “Nei prossimi giorni individueremo il soggetto destinatario delle somme raccolte – affermano i promotori – cercando di rispondere alle esigenze più immediate delle persone colpite. A partire da giovedì 1° settembre presso il nostro infopoint di Piazza Europa – concludono – predisporremo un punto raccolta fondi per l’emergenza terremoto ed attiveremo una raccolta analoga presso l’area concerto la sera stessa dell’evento”