Si è impossessata di capi d’abbigliamento (per donna e bimbo) del valore di 65 euro in un negozio di corso Tacito, a Terni, nascondendoli nel passeggino della propria figlia neonata. Ad accorgersi del fatto, è stato il personale dell’esercizio commerciale, che l’aveva già notata in precedenza perché ogni volta che entrava faceva scattare l’allarme antitaccheggio. La donna, una albanese di 31 anni, è stata per questo denunciata dalla Polizia per furto aggravato.

Ieri sera, invece, durante i controlli agli avventori degli esercizi pubblici, la Squadra Volante ha rintracciato in un bar di via Curio Dentato un cittadino marocchino irregolare. Dai controlli è emerso che l’uomo, di 37 anni, era stato già allontanato dal Territorio Nazionale a maggio con un provvedimento del Questore di Terni, misura alla quale però non aveva ottemperato; per la violazione dell’ordine è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.