Avevano scelto la zona di Corbara, nell’orvietano, per allestire una piantagione di canapa indiana. Carabinieri e Forestale l’hanno però individuata, denunciando due giovani del luogo, di 26 e 27 anni, per produzione abusiva di sostanza stupefacente.

La coltivazione, composta da undici piantine in vaso, nascoste alla vista di eventuali passanti, è stata individuata sul terreno antistante un casolare abbandonato che si affaccia sul lago di Corbara.

Le forze dell’ordine hanno anche sequestrato materiale vario per la cura delle piante, oltre ad una dose di cocaina a casa del 27enne e quattro grammi di marijuana e quasi 300 semi di canapa in quella del 26enne.