Dopo essersi accorta di aver smarriti portafoglio e telefono cellulare, si e’ recata dai carabinieri di Castel del Piano per avanzare la denuncia, ma, giunta in caserma, e’ stata arrestata. E’ quanto accaduto ad una 47enne di origine polacche sulla quale pendeva un mandato di arresto europeo emesso dalle autorita’ del suo Paese di origine, per un episodio di frode avvenuto in Polonia nel 2000.

E’ stato il carabiniere che stava ricevendo la denuncia della donna, domiciliata a Montecasello di Vibio, a constatare la presenza del provvedimento restrittivo in seguito alla verifica dei dati anagrafici presenti nella banca dati delle forze di polizia. La 47enne è stata così condotta presso il carcere di Capanne dove sconterà la pena di un anno di reclusione.