Repentina svolta nelle indagini per la scomparsa del 53enne ternano Sandro Bellini, la cui auto era stata rinvenuta incendiata il 18 maggio scorso in una zona boschiva nei pressi di Marmore.

I Carabinieri hanno infatti arrestato ucraino di 44 anni in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Gip nel quale si ipotizzano i reati di omicidio, incendio aggravato e occultamento di cadavere. Una misura cautelare che ha accolto, ritenendoli fondati, quelli che vengono considerati gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’ucraino raccolti dai militari coordinati dal sostituto procuratore della Repubblica di Terni, Tullio Cicoria.