E’ stata posta in stato di fermo dalla polizia e condotta presso il carcere del capoluogo regionale umbro con l’accusa di omicidio in conseguenza di percosse, la 53enne originaria dell’Albania che si trovava insieme alla donna trovata morta oggi in casa a Perugia.

Il fatto è accaduto quest’oggi, in un appartamento situato al primo piano di un edificio al numero 50 di via Oberdan, che si affianca alla struttura dell’antico ospedale perugino.

La persona fermata è un’amica della figlia della vittima, a sua volta morta da qualche tempo, dopo una malattia. Di tanto in tanto la donna faceva compagnia all’anziana, una donna di 73 anni. Non è ancora chiaro cosa sia esattamente successo stamani nell’abitazione: la persona fermata si è infatti avvalsa della facoltà di non rispondere nell’interrogatorio con gli inquirenti.

Al momento non sarebbe stata formulata una contestazione specifica.