Sabato aveva aggredito alcuni poliziotti penitenziari del carcere di Terni, domenica sera ha tentato il suicidio nella sua cella ma è stato salvato. A darne notizia il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE. “Protagonista è lo stesso detenuto che si era anche cucito la bocca per protesta – spiega il Segretario Regionale del SAPPE dell’Umbria Fabrizio Bonino – e qualche giorno dopo ha colpito e ferito alcuni poliziotti penitenziari. E’ in atto lo stato di agitazione di tutto il Personale di Polizia Penitenziaria del carcere di Terni – conclude Bonino – proprio per la situazione irreversibile di criticità nella quale stagna la struttura, confusa e confusionaria anche nella gestione”.