Un museo della vita contadina nelle aree montane è il progetto a cui sta lavorando l’amministrazione comunale di Polino. Sarà allestito con i reperti, gli attrezzi, gli indumenti, gli oggetti e tutto ciò che i cittadini riusciranno a portare al museo, ritrovandoli in cantine, magazzini, scantinati, soffitte, stalle e vecchi fienili. Nel museo, rende noto il Comune, troveranno posto le antiche attrezzature per il taglio dei boschi, il lavoro nei campi, la lavorazione e la produzione di formaggio, pane, salumi, lana, per il fieno e le presse, la calzoleria, i lavori da fabbro, le ferrature di animali, la caccia, la falegnameria, la lavorazione della pietra, il ricamo e il cucito. Prevista anche una sezione dedicata a foto e documenti dell’epoca.