Una donna di nazionalità bulgara è stata denunciata per uso di atto falso e le è stata comminata una sanzione amministrativa di oltre 100 euro per aver guidato con una patente contraffatta e scaduta di validità.

Ad eseguire il controllo, sono stati gli agenti della Polizia Municipale di Terni che stanno monitorando con particolare attenzione gli autoveicoli con targhe straniere.

Il documento di guida esibito dalla donna, rilasciato dalle autorità bulgare, appariva – ad un primo esame – autentico e conforme. Da un’analisi più scrupolosa, gli agenti hanno però notato la presenza di anomalie nei campi relativi alle date di emissione e di scadenza. Per questo, la donna è stata accompagnata presso il Comando per ulteriori verifiche che hanno confermato la contraffazione.