La settimana di San Valentino si è conclusa, complessivamente, con 12 arresti e 13 denunce del personale della questura di Terni. Personale della Squadra Mobile, con la Sezione Antidroga, in un pub del centro storico ha individuato un giovane nord-africano. Privo di documenti, è stato trovato in possesso di una dose di cocaina e 150 euro. Durante la perquisizione più approfondita effettuata in questura, incollate con lo scotch nelle parti intime sono state trovate altre 5 dosi di cocaina. Marocchino, incensurato, intorno ai 20 anni, clandestino in Italia da oltre 4 mesi senza essere stato mai rintracciato, è stato arrestato per detenzione ai fini dello spaccio e condannato ad 1 anno, pena sospesa, quindi immediatamente espulso. In un locale notturno, invece, gli agenti hanno individuato due albanesi di 27 e 28 anni, entrambi conosciuti in quanto già arrestati per reati di droga ed espulsi. Nell’udienza di convalida dell’arresto sono stati messi ai domiciliari, uno a casa del padre e uno del fratello, in attesa del processo, fissato per fine marzo. Nei controlli alle Sale Giochi, la Squadra Antidroga ha fermato un’auto con a bordo oltre a due albanesi, residenti regolarmente a Terni, un grosso coltello. Il conducente, un 24enne, ha detto di esserselo dimenticato in macchina, ma è stato denunciato per possesso di arma di genere proibito.

Rissa a colpi di crick in via degli Artigiani, a Terni, dove due romeni di 29 e 30 anni ed un albanese di 29 sono stati arrestati dalla polizia nei pressi di un locale. La Squadra Volante è intervenuta sul posto, alle prime ore di ieri, dopo la segnalazione della lite iniziata all’interno dell’attività e poi continuata fuori. All’arrivo della pattuglia alcuni partecipanti alla rissa, albanesi, sono scappati in auto, mentre i tre hanno continuato a picchiarsi davanti agli agenti. Uno dei romeni aveva la testa coperta di sangue, probabilmente dopo essere stato colpito dal crick. Uno dei poliziotti intervenuti per sedare la lite è stato scaraventato a terra e ha riportato lesioni con una prognosi di guarigione di dieci giorni. I tre, completamente ubriachi, sono stati arrestati con l’accusa di rissa aggravata e uno dei due romeni anche per violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Sembra che all’origine della lite ci sia stato un urto accidentale fra due di loro.

La Squadra Volante ha arrestato un romeno di 52 anni per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. L’intervento della Polizia era stato chiesto da alcuni residenti di un condominio di Borgo Bovio per il gran chiasso che proveniva da un appartamento. Gli agenti hanno trovato l’inquilino completamente ubriaco, che si è scagliato contro di loro. L’uomo è stato arrestato e al processo ha patteggiato la pena a 4 mesi di reclusione. Durante l’attività di controllo della Squadra Volante, che ha interessato anche la stazione ferroviaria, sono stati identificati nove cittadini del Bangladesh, tutti con regolare licenza da ambulante, tranne uno risultato clandestino ed inottemperante a due Ordini del Questore di Roma di lasciare il Territorio Nazionale. E’ stato denunciato ed espulso. Sempre alla stazione sono stati identificati due romeni che hanno dichiarato di essere senza fissa dimora, in Italia da oltre 5 anni, dormendo a Roma in un’auto abbandonata. Giovanissimi ed incensurati, con sé avevano delle chiavi inglesi e nessun motivo per stare a Terni. Sono stati allontanati per le cessate condizioni che determinano il soggiorno in Italia dei cittadini comunitari.