Gli ultimi servizi espletati dai Carabinieri di Terni, con il coinvolgimento delle pattuglie di tutti i reparti della provincia, hanno avuto come principale obiettivo il contrasto al degrado delle aree pubbliche che da tempo sono divenute teatro dello spaccio di sostanze stupefacenti. Un’attività che ha portato nei giorni scorsi all’arresto di uno straniero, alla denuncia di una coppia di ternani e alla segnalazione di un altro ternano. I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia hanno arrestato un tunisino pregiudicato clandestino di 32 anni colto nella flagranza di spaccio di una dose di eroina ad un 37enne ternano già noto per essere tossicodipendente. Allo straniero i militari hanno anche sequestrato poco meno di 1.000 euro in contanti presumibile provento di precedenti cessioni di stupefacente. I Carabinieri hanno bloccato la coppia appena dopo aver assistito allo scambio all’interno del parco pubblico adiacente la strada di Valleverde, proprio nei pressi dell’asilo comunale e della sede della Caritas. Il pusher nordafricano è stato arrestato per spaccio di stupefacenti mentre il cliente segnalato alla prefettura per l’inizio del percorso riabilitativo.

A Narni Scalo i militari hanno invece denunciato per detenzione ai fini di spaccio in concorso, due giovani: un 24enne di Terni ed un’appena 18enne di Ferentillo. Controllati da una pattuglia dell’Arma nei pressi dell’ingresso della Stazione Ferroviaria, avevano addosso, già suddivisi in dosi, una settantina di grammi di hashish. La coppia, che era arrivata in treno da Terni, oltre a 200 euro in contanti, frutto di vendite effettuate in questo capoluogo, aveva inoltre con se un piccolo bilancino di precisione portatile elettronico. A casa del ragazzo i militari hanno poi trovato tutto l’occorrente per la preparazione del prodotto, ossia altra materia prima, due panetti da 50 grammi di hashish, i sacchettini per le dosi ed il coltello per il taglio della droga.