Si è spacciato per il rappresentante di una società, rivelatasi poi inesistente. Dicendo di fare da tramite con la clientela ha venduto macchinari da ristorazione, per un valore di alcune migliaia di euro, appropriandosi dei soldi. Per questo un noto pregiudicato 56enne di Terni è stato denunciato dalla polizia per truffa. I macchinari erano stati messi in vendita da una donna ternana. Una società di ristorazione del viterbese ha regolarmente pagato le attrezzature ma il giorno della consegna dei macchinari il finto rappresentante ha esibito una falsa ricevuta dell’avvenuto bonifico alla donna. Solo quando questa è andata in banca ha scoperto che non solo il pagamento non era stato fatto, ma che la società per la quale l’uomo aveva detto di lavorare non esisteva. La donna si è rivolta alla polizia e le immediate indagini hanno permesso di risalire all’uomo. Al momento i macchinari rimangono nella disponibilità degli acquirenti, in quanto acquistati in buona fede.