Oltre 20 denunce per detenzione irregolare, 24 divieti emessi dal Prefetto di Perugia a detenere armi e la demolizione di un centinaio di fucili. E’ il risultato dell’attività compiuta negli ultimi due anni – dagli agenti del commissariato di Assisi, che ha portato alla revisione completa di tutti i fascicoli dei detentori di armi in quel territorio, dal 1946 ad oggi, compiuta alla luce della normativa che impone controlli sui requisiti psicofisici di chi custodisce armi.

Oltre 1.000 le persone che hanno ricevuto a casa la notifica dei controlli, la maggior parte dei quali ha prodotto la certificazione richiesta. 250, invece, quelli diffidati per non averlo fatto.