Aveva un coltello a serramanico nella tasca dei pantaloni, un uruguaiano di 63 anni denunciato per porto abusivo d”arma nel corso dei controlli del territorio della polizia svolti a Terni. L’uomo è stato fermato in viale Villafranca, alla guida della sua auto, insieme alla compagna. Regolare a Terni, ma già inquisito per stupefacenti e reati contro il patrimonio, è stato perquisito dagli agenti che hanno scoperto e sequestrato il coltello. Nel corso degli stessi controlli sono stati denunciati altri due stranieri, un albanese di 37 anni controllato in viale Brin ed un tunisino di 28 anni, fermato all’interno di una sala giochi del centro. Entrambi, già inquisiti per reati di droga, non avevano rispettato l’ordine di lasciare il territorio emesso dal questore agli inizi di gennaio. Sono stati messi a disposizione dell’Ufficio immigrazione per l”ulteriore espulsione. Il più giovane, in particolare, è risultato inottemperante a sette ordini di lasciare l’Italia emessi da numerose questure del centro-nord.