Non riusciva a gestire la malattia della moglie anziana, di recente dimessa dall’ospedale, così ha fatto una telefonata anonima al 113 per segnalare lo stato di abbandono della donna e si è allontanato: per questo un settantaquattrenne di Terni è stato denunciato dalla polizia per abbandono di incapace. Nella sua chiamata l’uomo ha segnalato che la donna era “sola, anziana e convalescente da un’operazione” in un condominio del centro. Quando gli agenti della Squadra Volante sono giunti sul posto hanno trovato la porta dell’appartamento aperta e dentro l’81enne immobile a letto, che sofferente e in stato confusionale chiamava il marito ad alta voce. Mentre la donna è stata affidata alle cure dei sanitari per un nuovo ricovero, gli agenti si sono messi alla ricerca dei parenti, senza esito. E’ poi emerso che l’anziana era stata dimessa dall’ospedale venerdì scorso, dopo aver subito un’operazione per la riduzione della frattura di un femore. Al marito i sanitari avevano suggerito un periodo di riabilitazione in un centro specializzato, ma l’uomo aveva rifiutato, dicendo che la moglie sarebbe stata meglio a casa sua. Alla fine, il 74enne è stato rintracciato ed ha ammesso di aver chiamato lui il 113, dopo essersi reso conto di non riuscire a prendersi cura della moglie, non avendo figli e non potendo permettersi una badante. Dopo avere passato tre notti insonni, ha pensato che l’unico modo per risolvere il problema era di rivolgersi alla polizia.