Parte della refurtiva proveniente da un furto messo a segno da una ex badante nell’abitazione di un anziano è stata recuperata dagli agenti del Gruppo Operativo Radiomobile della Polizia Municipale di Terni nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata – su autorizzazione del Sostituto Procuratore della Repubblica Elisabetta Massini, in casa della donna.

Secondo quanto spiegato dalla Polizia Municipale, l’indagine è scattata quando la straniera si è presentata negli uffici del Comando per ottenere la restituzione del proprio portafogli che aveva smarrito. All’interno dello stesso, fra i suoi effetti personali, era custodito un bancomat di un uomo che la stessa aveva detto di aver raccolto in terra qualche mese prima.

Insospettiti, gli agenti della municipale hanno contattato l’anziano, ancora ignaro di tutto, appurando che all’interno dell’abitazione era stato sottratto tutto l’oro appartenente alla famiglia, una parte del quale è stata recuperata.