A Terni diminuiscono i reati, in particolare furti, rapine, truffe e frodi informatiche, a fronte di una crescita di misure di prevenzione ed espulsioni amministrative emesse. A tracciare il bilancio della situazione è stato oggi il questore Carmine Belfiore, nel corso di un incontro di fine anno. “I dati oggettivi e incontrovertibili diffusi dal ministero dell’Intero – ha detto Belfiore – ci dicono che continua il trend positivo di decrescita costante dei delitti commessi. Per questo siamo sereni, i numeri ci confortano e ci portano a dire che, anche grazie all’importante raccordo interistituzionale, il nostro lavoro ha portato i suoi frutti. Ora dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione con tutti i correttivi e miglioramenti necessari per mantenere l’andamento”. Stando alle statistiche tra il primo gennaio e il 20 dicembre 2015 in provincia sono stati denunciati 7.111 delitti, il 12% in meno rispetto allo stesso periodo del 2014. Diminuiscono dell’11% i furti (3.456), in particolare quelli in abitazione (790, -24%). In diminuzione del 20% le rapine e le tentate rapine (42), mentre calano del 17% le truffe e le frodi informatiche (386). Nel complesso sono scese da 136 a 106 le persone arrestate e da 933 a 842 quelle denunciate. “E’ un dato questo – ha detto ancora Belfiore – che non ci preoccupa, perchè è il segnale che l’attività di controllo e prevenzione funziona”. Sempre nello stesso periodo sono stati emessi 75 fogli di via obbligatori (+10%), 79 avvisi orali (+113%), sette misure di sorveglianza speciale (+16%), 15 provvedimenti amministrativi a tutela della sicurezza pubblica. Sono stati invece 229 gli extracomunitari espulsi (+14%) e 69 (+21%) i comunitari allontanati. Per quanto riguarda l’allerta terrorismo, ha concluso infine il questore, “in provincia non ci sono segnali che ci preoccupano, anche se l’attenzione rimane altissima”.