Il gip di Terni Natalia Giubilei ha convalidato gli arresti dei quattro giovani fermati nell’ambito delle indagini sull’accoltellamento del 20enne albanese Oltjan Nela, morto mercoledì all’ospedale Santa Maria. Tre sono stati poi scarcerati. Il giudice, al termine degli interrogatori che si sono svolti oggi, ha confermato – rilevando il pericolo di fuga – la misura della custodia cautelare in carcere per Majec Mjeshtri, il 21enne, anche lui albanese, che avrebbe materialmente sferrato la coltellata, accusato di omicidio. Il suo difensore presenterà ricorso al tribunale del Riesame. Scarcerati, come detto gli altri tre, tutti ternani, nei cui confronti il pm Raffaele Pesiri ha riformulato l’accusa da concorso in omicidio a rissa aggravata. Uno di loro sarà sottoposto all’obbligo di firma e di permanenza in casa nelle ore notturne.