E’ stata disinnescata intorno alle 13,30 la bomba d’aereo di fabbricazione americana del peso di 1.000 libbre (circa 450 kg), risalente alla seconda guerra mondiale, che era stata rinvenuta nei giorni nei pressi di Giove.

L’intervento, realizzato dagli artificieri del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma, è stato coordinato dall’Unità di crisi costituita presso la Prefettura di Terni con il coinvolgimento di tutti gli enti ed i soggetti competenti.

L’ordigno è stato trasportato in una cava a San Pellegrino di Narni dove è stato fatto brillare.

Cessate le esigenze di sicurezza è stata così riaperta al traffico l’autostrada A1 tra i caselli di Orvieto e Orte. Ripresa anche la circolazione ferroviaria che era stata interrotta sia sulla linea ad alta velocità che su quella lenta.