Hanno riguardato le abitazioni di due operai macedoni di 30 e 35 anni nella zona di Foligno, le perquisizioni eseguite, in Umbria, nell’ambito di un’operazione della polizia, partita da Brescia, nei confronti di una presunta organizzazione che propagandava l’ideologia jihadista. Gli stranieri non risultano comunque al momento indagati.

Le perquisizioni sono state condotte dalla digos della questura di Perugia. Sequestrati tablet e pc ora al vaglio degli investigatori.