Dopo aver iniziato a lanciare cucchiaini in un bar, si sarebbe scagliato contro gli agenti intervenuti per calmarlo, mordendoli e colpendoli: per questo un nigeriano di 22 anni è stato arrestato dalla Squadra Volante di Terni, nel corso dei controlli del fine settimana svolti insieme agli agenti dell’8° reparto mobile di Firenze. I poliziotti, feriti alle mani, alle ginocchia ed uno anche ad un occhio, sono stati affidati alle cure dei sanitari. Il giovane è entrato in Italia come richiedente asilo ma la richiesta gli è stata rifiutata ad ottobre dalla Commissione territoriale competente, contro la decisione ha presentato ricorso.

Sorpreso dai poliziotti dopo essere evaso dai domiciliari, un marocchino visibilmente ubriaco ha tentato la fuga chiudendo anche un portone in faccia ad un agente che è rimasto ferito. L’uomo si trovava agli arresti domiciliari con l’accusa di tentato omicidio nei confronti della fidanzata ma è stato visto da una pattuglia, dopo la mezzanotte, mentre camminava verso via San Valentino. Quando si è accorto della polizia ha cercato di seminare gli agenti che lo hanno inseguito, prima in auto, poi a piedi, fino a piazza della Pace. Arrivato davanti ad un condominio il marocchino ha cercato di chiudere il portone, danneggiandolo, in faccia ad un agente che, pur rimanendo ferito, è riuscito a bloccarlo e ad arrestarlo.