Presentato anche in Umbria il calendario e l’agenda storici 2016 dei carabinieri. Tema del calendario quest’anno è “I carabinieri e le arti”. Propone, infatti, la rivisitazione di di alcuni capolavori della pittura italiana ed europea, da Modigliani a De Chirico, da Monet a Dalì, da Toulouse Lautrec a Van Gogh, attraverso l’inserimento nelle opere di militari e simboli legati all’Arma. Il calendario, pubblicato dal 1928, avrà quest’anno una tiratura di un milione e 200 mila copie, di cui ottomila in lingue straniere. Il comandante provinciale di Perugia, colonnello Cosimo Fiore, ha sottolineato il “ruolo determinante e storico dei carabinieri per la tutela del patrimonio artistico nazionale”. A Terni ad illustrare le tavole artistiche è stato il comandante del nucleo investigativo, maggiore Pietro Petronio, che ha sottolineato “il dialogo con il mondo dell’arte che contraddistingue quest’anno il calendario. Vuole simboleggiare e ricordare – ha aggiunto – anche l’impegno dei carabinieri nella tutela e sicurezza delle opere d’arte e dei beni culturali nazionali”. L’Agenda storica, invece, per il 2016 vuole rinverdire le vicende dell’Arma nel primo conflitto mondiale e nella guerra di Liberazione nell’anno in cui se ne celebrano il centenario e il settantennale.