Sono state sorprese dal dirigente della Squadra Volante della questura di Terni, libero dal servizio, Giuseppe Taschetti, mentre uscivano da un appartamento appena messo a soqquadro. Si tratta di due ladre nomadi di origine croata di 21 e 13 anni fermate nel centro città con vari oggetti atti allo scasso. La maggiorenne è stata arrestata, mentre la minorenne, non imputabile, è stata affidata ai servizi sociali comunali e collocata in una comunità. L’episodio è avvenuto verso le 17 di ieri, quando le due sono state notate dal vicequestore aggiunto Giuseppe Taschetti uscire da un condominio con fare sospetto. Il dirigente le ha bloccate e con l’ausilio dei poliziotti di quartiere sono state accompagnate in questura e perquisite: indosso avevano due cacciaviti, una chiave inglese ed una scheda di plastica per aprire porte blindate chiuse senza mandate. Sequestrati anche dei monili e due paia di occhiali da sole di marca, risultati rubati all’interno dell’appartamento del condominio da cui erano state viste uscire. La 21enne, che ha riferito di essere giunta a Terni con il treno insieme a sua cugina da Perugia, era già stata arrestata per furto in abitazione a Ragusa e a Catanzaro.