Un arresto e tre espulsioni nel corso dei controlli della polizia, a Terni, contro l’immigrazione clandestina. In manette, per il reingresso illegale in Italia, è finito un albanese di 30 anni, fermato dalla volante in un locale pubblico e risultato già espulso nel 2013 per una serie di reati legati allo spaccio. Rintracciato, invece, nei pressi delle portinerie dell’Ast un tunisino di 22 anni, anche lui clandestino e quindi espulso. L’uomo è stato bloccato dagli addetti alla vigilanza dell’acciaieria, dopo che nelle vicinanze c’era stato un tentativo di furto su due auto parcheggiate nei pressi dello stabilimento. Infine, sono stati rintracciati nei giardini di via Campofregoso altri due stranieri gravati da diversi precedenti per reati in materia di stupefacenti e contro il patrimonio. I due sono stati denunciati per l’inosservanza delle norme sul soggiorno e nei loro confronti è stata adottata l’espulsione con ordine del questore a lasciare l’Italia entro sette giorni.