Sarebbe nata per divergenze sul confine dei terreni una violenta lite tra vicini di casa, alla periferia di Terni, finita con la denuncia per minacce aggravate di uno dei due contendenti, un 78enne del posto. L’uomo avrebbe, infatti, minacciato il vicino di morte. Sul luogo della lite sono intervenuti due equipaggi della Squadra Volante che dopo aver calmato gli animi, hanno accertato che l’anziano era in possesso di pistole e fucili, uno dei quali custodito in camera da letto con due cartucce in canna. Oltre alla denuncia, all’uomo sono state sequestrate le armi.