Perquisizioni ed ispezioni, questa mattina (otto in tutto)  nella sede della Gesenu e di altre società collegate da rapporti di lavoro, oltre a due laboratori di analisi.

L’operazione, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Perugia che ipotizza i reati di smaltimento e traffico di rifiuti, ha impiegato una cinquantina di uomini del Nucleo investigativo della Forestale del capoluogo umbro con il supporto dei loro colleghi di Terni.

Dodici le persone che risulterebbero indagate per lo smaltimento ed il traffico di rifiuti, ma a otto di loro, secondo indiscrezioni, verrebbe contestata anche l’associazione per delinquere.

Sull’inchiesta viene comunque mantenuto uno stretto riserbo.