Era stato già espulso dall’Italia nel 2011, perché ritenuto “soggetto ad alta pericolosità sociale” il 27enne tunisino rintracciato ed arrestato, a Terni, dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia.

Il nordafricano, accusato di reingresso clandestino nel Paese e falsa attestazione sulla propria identità, è stato fermato questa mattina mentre si trovava all’interno dei giardini pubblici della “Passeggiata” nell’ambito dei controlli svolti costantemente dall’Arma nel centro storico del capoluogo ternano.

Dopo essere stato condotto all’udienza con rito direttissimo, nel corso della quale l’arresto veniva convalidato, il tunisino è stato segnalato in Questura per le successive pratiche relative all’espulsione.