Sono stati un centinaio, ieri, i controlli della polizia provinciale di Terni in occasione della prima giornata della stagione venatoria 2015-2016. Lo rende noto il comando di palazzo Bazzani che ha utilizzato tutte le forze disponibili sui territori del ternano, narnese-amerino ed orvietano. Gli agenti sono intervenuti solo in alcuni sporadici casi per la chiamata di residenti che hanno segnalato l’eccessiva vicinanza dei cacciatori alla propria abitazione. Dopo il sopralluogo non sono però stati presi provvedimenti. Il livello della selvaggina cacciata – spiega la polizia provinciale – è stato nella media delle altre stagioni, mentre il numero di cacciatori è risultato in lieve calo in alcune zone e in aumento in altre, specie nell’orvietano.