Gli investigatori li considerano pendolari dello spaccio i due fidanzati di 25 e 38 anni denunciati dalla polizia dopo essere stati trovati in possesso di cocaina, hascisc ed eroina nei pressi della stazione di Terni. La coppia – lui 25 anni, di origini toscane e lei umbra di 38 anni – è stata notata durante i servizi di monitoraggio e osservazione delle persone in arrivo in città in treno o in autobus. I due, una volta fermati si sono subito mostrati restii alle normali procedure di identificazione e sono stati quindi perquisiti. Gli agenti hanno sequestrato 10 dosi di stupefacente per un totale di otto grammi di cocaina, quattro di hascisc e due di eroina, oltre a 20 grammi di sostanza da taglio. Risultati incensurata lei e con precedenti specifici lui, oltre ad essere stati denunciati, nei loro confronti è stata emessa anche la misura del foglio di via obbligatorio.

Un pregiudicato ternano di 47 anni è stato denunciato per aver aggredito la moglie davanti alla figlia piccola.

Una pattuglia del Poliziotto di Quartiere ha fermato alcuni stranieri, fra i quali un marocchino di 19 anni inottemperante ad un Ordine del Questore di Terni. Denunciato per la violazione della legge sull’immigrazione, è stato nuovamente espulso.

Fermati ed identificati due italiani con numerosissimi precedenti penali per reati contro il patrimonio che, non avendo fornito alcuna spiegazione in merito alla loro presenza in città, sono stati muniti di Divieto di Ritorno.

Due stranieri, scarcerati dalla casa circondariale di vocabolo Sabbione, sono stati accompagnati ad un Centro di Identificazione ed Espulsione per consentirne l’allontanamento dal Territorio Nazionale. La misura si è resa necessaria data la loro altissima pericolosità.