Ha perso le cinque dita della mano destra un ventenne rimasto vittima di un infortunio sul lavoro avvenuto questa mattina in un supermercato di Sangemini. Il giovane, che è rimasto incastrato con l’arto tra le lame di un tritacarne, è stato trasportato all’ospedale di Terni ed operato dall’equipe di chirurgia della mano diretta dal professor Maurizio Altissimi. Per i medici, però, non è stato possibile alcun intervento ricostruttivo di reimpianto. Sull’incidente sono in corso accertamenti da parte dell’Ufficio prevenzione e sicurezza sugli ambienti di lavoro dell’Asl Umbria 2.