Negli ultimi tre anni ha collezionato oltre 130 denunce per truffe on-line, il 40enne romano, residente in Sicilia, denunciato dalla polizia dopo aver affittato per le vacanze, ad una famiglia di Terni, una casa inesistente. “Affittasi casa a Cattolica a 700 euro per due settimane” recitava l’annuncio su un sito web, cui la famiglia ternana ha risposto prendendo contatti, anche telefonici, con l’inserzionista. L’uomo ha chiesto subito un bonifico di 200 euro, concordando il saldo all’arrivo. Ma una volta giunti a destinazione non solo non c’era l’inserzionista ad aspettarli, ma neanche la casa e la via. I ternani si sono quindi rivolti ai vigili urbani che hanno confermato l’inesistenza di quell’indirizzo. Tornati in città hanno presentato denuncia in questura e l’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, tramite accertamenti tecnici, è risalito all’identità del truffatore. Oltre alle analoghe truffe on-line, la maggior parte commesse in località turistiche, a carico del quarantenne sono emersi anche precedenti penali per reati contro il patrimonio e per stupefacenti.